Sei in:Home» Paesaggio» Il progetto selezionato come Canditura italiana al Premio Europeo del paesaggio
Paesaggio

Il progetto selezionato come Canditura italiana al Premio Europeo del paesaggio

Il progetto selezionato come Canditura italiana al Premio è risultato essere quello del ‘PARCO AGRICOLO DEI PADULI’, presentato dall’Associazione LUA (Laboratorio Urbano Aperto).
Premio Paesaggio logo-quadrato-2014

Comunicato del Direttore Generale della Direzione Generale Belle Arti e Paesaggio, Arch. Francesco Scoppola.

In occasione della IV Edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) ha avviato, come per le precedenti edizioni, una procedura concorsuale per la ricognizione delle azioni esemplari svolte nel territorio nazionale al fine di individuare la Candidatura italiana al Premio.

Il bando per la partecipazione alla selezione della candidatura è stato pubblicato nel sito istituzionale del Ministero.

La selezione si è articolata in una fase istruttoria, finalizzata a verificare la rispondenza delle proposte pervenute ai criteri fissati dal Regolamento europeo del Premio e dal bando, sulla base della quale sono state ammesse quarantacinque proposte, e in una fase che ha visto al lavoro una Commissione appositamente istituita dal Ministero: quest’ultima ha valutato i progetti ammessi sulla base delle azioni da essi messe in campo nei rispettivi ambiti territoriali, tanto con riguardo agli esiti coinvolgenti l’assetto dei luoghi ed i valori ambientali, paesaggistici e storico-testimoniali (materiali e immateriali) da questi espressi, che in considerazione dei risultati ottenuti in termini di sviluppo economico sostenibile e di crescita civile e culturale delle comunità locali.

La Commissione composta da Roberto Banchini e Maria Grazia Bellisario (Dirigenti del MiBACT che hanno anche coordinato le attività del Premio Paesaggio COE per la ex Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee), Marina Arena (docente di progettazione architettonica presso l’Università degli studi di Reggio Calabria), Giuseppe Blasi (Direttore generale del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali), Francesco Riccardo Ghio (docente di progettazione architettonica presso l’Università degli studi di Roma Tre), Francesco Musso (preside della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Genova), è stata presieduta da Francesco Scoppola, Direttore Generale per le belle arti e il paesaggio.

Con l’attiva collaborazione della Segreteria Tecnica guidata per il MiBACT da Maria Maddalena Alessandro e Maurizio Pece, la Commissione ha selezionato, tra quelli ammessi,dieci progetti considerati di eccellenza, tra i quali, successivamente, è stata individuata la Candidatura italiana al Premio, ed undici progetti meritevoli di menzione per la qualità delle azioni svolte.

Il progetto selezionato come Canditura italiana al Premio è risultato essere quello del ‘PARCO AGRICOLO DEI PADULI’, presentato dall’Associazione LUA (Laboratorio Urbano Aperto).


(leggi l'articolo per intero sul sito http://www.premiopaesaggio.beniculturali.it/


Pubblicato il: 27/01/2015 • Ultima modifica: 27/01/2015